Ultime News
Festa di Maria Santissima del Soccorso
« Salve eccelsa imperatrice, salve o fonte di bontà
tu sei l’arca salvatrice, dell’afflitta umanità
Salve, o Madre del Soccorso! dei tuoi figli abbi pietà »
(Canto popolare dedicato alla Madonna del Soccorso)

La festa di Maria Santissima del Soccorso è un evento religioso e civile che si svolge annualmente a Palmi, la prima domenica di agosto, nel centro storico e nell’omonima chiesa Le prime testimonianze storiche del culto di Palmi verso la Madonna del Soccorso risalgono al XVI secolo, quando avvenne un evento storico passato alla cronaca come il «miracolo di Palmi».

 Nel 2013 e nel 2014 la notte prima della festa viene svolta la manifestazione denominata “Notte Rosa”.

Le funzioni religiose cominciano nei nove giorni che precedono la prima domenica di agosto, con l’inizio della novena dedicata alla Madonna del Soccorso,[1] celebrata ogni giorno nell’omonima chiesa.[24] Nella mattinata della prima domenica di agosto vengono svolte in chiesa, ad ogni ora, delle celebrazioni eucaristiche.

La processione

Nel tardo pomeriggio[25] della prima domenica di agosto inizia l’evento principale della festa, che consiste nella processione della statua di Maria Santissima del Soccorso per le vie cittadine. Per l’occasione la vara in legno, sulla quale è collocata la statua, viene addobbata di fiori e le vengono inserite alla base due stanghe in legno rivestite di cuscini, che servono a poter alzare e trasportare a spalla il fercolo. Il compito del trasporto a spalla per le vie cittadine della vara della Madonna del Soccorso spetta a venti portatori chiamati in gergo locale «’mbuttaturi».[6][26]

I ‘mbuttaturi

La divisa dei ‘mbuttaturi

Ai venti portatori della vara sotto le stanghe, si aggiungono due “timonieri”, posti al centro delle stanghe uno davanti ed uno dietro al fercolo, che hanno il compito di indirizzare il cammino della base processionale guidando e correggendo con la forza delle braccia l’assetto di marcia della vara, per equilibrarla e distribuire equamente il peso sulle spalle di tutti i ‘mbuttaturi.

I ‘mbuttaturi appartengono principalmente alla congrega del Soccorso ed il loro abbigliamento, durante la processione, è composto da pantaloni bianchi, maglietta blu con riprodotta una piccola àncora rossa, fascia rossa in vita ed fazzoletto bianco al collo. Sotto le stanghe, il posto di ogni ‘mbuttaturi è assegnato e viene ereditato e tramandato di padre in figlio, o comunque all’interno della famiglia.

I ‘mbuttaturi della vara di Maria Santissima del Soccorso, tra l’altro, sono gli stessi che hanno il compito ed il privilegio di trasportare a spalla in processione il fercolo del Sacro Capello, all’interno dei festeggiamenti della Varia di Palmi, evento inserito dal 2013 nel Patrimonio orale e immateriale dell’umanità dell’UNESCO.

La composizione ed il percorso

La composizione della processione, elencata in ordine di sfilata, è la seguente:[4]

  • “complesso dei tamburinari”. La processione è aperta, come spesso accade in Calabria, da un complesso di tamburinari che esegue un ritmo scandito per tutto il percorso;
  • confraternite di Palmi, con stendardo e rappresentanza dei congregati in abiti processionali;
  • congrega del Santissimo Sacramento e di Maria Santissima del Soccorso, con stendardo, Crocifisso processionale e rappresentanza dei congregati;
  • parroco e clero;
  • vara con il simulacro di Maria Santissima del Soccorso;
  • banda musicale. La banda esegue, lungo tutto il tragitto, delle marce militari, poiché questi brani hanno un ritmo ben scandito che serve a sincronizzare il passo dei ‘mbuttaturi, che trasportano a spalla la vara a pochi centimetri di distanza l’uno dall’altro. Storicamente, all’uscita del fercolo dalla chiesa, la banda intona l’inno della Marina Militare italiana;
  • fedeli.

Il percorso della processione, che ha una lunghezza di oltre 5,5 km e la durata di circa 2 ore e mezza, si sviluppa principalmente per le vie del centro storico cittadino, effettuando una deviazione verso la parte alta della città per raggiungere l’ospedale civile. Durante il suo tragitto, la processione attua un percorso che le consente di far sostare l’effigie della Madonna del Soccorso di fronte a molte delle istituzioni religiose e civili della città di Palmi. Infatti, oltre al già citato ospedale, il corteo passa davanti a gran parte delle chiese del centro storico, alla caserma dei carabinieri ed al tribunale.

La tradizionale fiaccolata

Nell’ultima parte di tragitto della processione, dalla piazza I Maggio fino alla chiesa, viene effettuata una fiaccolata da parte dei ‘mbuttaturi, che trasportano il fercolo tenendo in mano una fiaccola, e creando di conseguenza un effetto scenografico nel quale l’immagine della Madonna del Soccorso viene avvolta da un fumo colorato rosso.

6 Agosto @ 00:15

00:15

– 00:15

(24h)

iCal